La riabilitazione cognitiva

BraintrainerLa riabilitazione cognitiva sfrutta la capacità del cervello di organizzazione e riorganizzazione delle connessioni tra i neuroni, conosciuta come plasticità neuronale.

Diversi studi presenti in letteratura documentano fenomeni di plasticità e riorganizzazione cerebrale a seguito d’intervento riabilitativo cognitivo. Affinché i processi di riorganizzazione corticale abbiano luogo, l’ambiente deve fornire una specifica stimolazione volta a compensare i deficit.

Oggetto della riabilitazione cognitiva è creare questa stimolazione ambientale con un approccio olistico ed individualizzato, attraverso l’applicazione di strumenti e metodi specifici, secondo le esigenze del paziente.

L’intervento di valutazione e riabilitativo della neuropsicologia risulta estremamente utile nel contenere gli effetti negativi del decorso patologico, nel limitare le sofferenze che questo arreca ai pazienti e ai famigliari, nel razionalizzare le risorse che le istituzioni investono nel trattamento e nel supporto dei soggetti coinvolti.

L’ intervento riabilitativo si svolge attraverso:

  1. esercizi specifici per la stimolazione di un determinato processo cognitivo deficitario (es. memoria, linguaggio, ecc.), presentati in forma carta e matita o su supporto informatico
  2. esercizi volti all’ insegnamento di strategie cognitivo-comportamentali compensatorie
  3. esercizi volti all’ insegnamento di strategie di autocontrollo, recupero funzionale delle abilità per la gestione della vita quotidiana e dell’utilizzo di strumenti

Periodicamente vengono effettuate delle verifiche al fine di valutare l’utilità del trattamento e di considerare le eventuali variazioni da apportare al piano riabilitativo.

Annunci